BRIGIDA PUTTINI

Menu

NOTE CRITICHE

CORRIERE DELL'ARTE DI TORINO
Mostra "Autori a confronto " IV Edizione Collettiva
Galleria Artincontri Torino 2006

Molteplici le raffigurazioni dell'uomo analizzano la psicologia ,l'inconscio e l'affettività.
Simboleggiate dalle atmosfere fumose di Brigida Puttini.


MARINA RUGGIERO
GIORNALISTA.
Brigida Puttini ,la sua pittura è figurazione fotografica che parla di verità, attimi semplici di un'infanzia ,di mille infanzie. I suoi quadri in sequenza divengono sorgente di ricordi evocati dalla memoria . Eccellente è la resa finale che ,nei cromatismi e nelle dinamiche,sorprende per l'autenticità raccontata.
Trame universali che dopo averle ascoltate diventano di tutti.
Testo critico per l'opera pittorica " Storie di adolescenti 2"
Per la mostra "Trame" 16 Dicembre 2007 _ 10 Gennaio 2008
Centro Culturale ZERO-UNO Barletta


MARINA RUGGIERO
GIORNALISTA
Fotografare la realtà, coglierla nella sua più quotidiana espressione e rappresentarla è il lavoro che persegue l'artista.Alla continua ricerca degli attimi e dei frammenti che segnano la vita dell'essere umano si orienta la Puttini
prediligendo scene di vita fermate con tratti fugaci e colori ben distesi.Lo spazio delineato è prevalentemente giovanile,fermare il tempo nel suo trascorrere inesorabile ed insieme tornare indietro con ricordi ed emozioni le consente di essere intensamente autentica oltre l'immaginario. Momenti di gioco,spensieratezza e riflessione sono sottolineati dalla sapiente scelta cromatica,colori scuri contrastati da luminosi bianchi individuano un'atmosfera trasognata. La realtà non ha bisogno di vani e futili artifici, pertanto come fotogrammi di un film tre tele si susseguono delineando un'essenzialita figurativa individuando scene quasi tangibili per il realismo espresso.
Una pittura fotografica concentrata a cogliere i particolari di uno scorrere quotidiano che si ferma con elevata grandezza in tre sequenze.
Testo critico per l'opera "Giochi semplici 2"
Gazzetta del Mezzogiorno . Barletta
Mostra "Identita" 2006


PAOLO LEVI
CRITICO D'ARTE , GIORNALISTA ,SAGGISTA CURATORE D'ARTE

In questa composizione ricca di simboli e dai chiari contenuti,appare la liricità di un artista che opera al di fuori dei canoni tradizionali ,riuscendo a ottenere un messaggio poetico al di fuori del tempo e della storia. Prevalgono i toni scuri dell'azzurro e i riflessi metallici dell'ingranaggio. ---Paolo Levi 2014 ---
Testo critico per l'opera : Serie oltre la serranda ''Prigionieri del tempo'' pubblicato su Effetto arte Gennaio/Febbraio 2014 nello speciale ''le Vibrazioni del Colore ''
Pubblicato nel Catalogo ''Le vibrazioni del colore '' 2014 a cura di Paolo Levi .
Catalogo presentato a artexpo new york 2014


SALVATORE RUSSO
CRITICO E CURATORE D'ARTE CONTEMPORANEA

Oltre la serranda si nasconde un mondo.Un mondo che parla del concetto di aggregazione sociale.Una linguistica visiva molto attuale,quella proposta da Brigida Puttini .Una linguistica che parla la lingua della contemporaneità .Una lingua dal sapore metropolitano.Il mondo dei giovani è l'oggetto dell'analisi segnica e cromatica di Puttini .Un'artista capace di riportare alla luce quel concetto di ''gruppo'' che per anni è stato l'oggetto d'indagine dei più importanti sociologi del XIX secolo. _____ Catalogo '' Artisti a New York ''.2013/2014
Testo per L'Opera dal titolo : ''Serie oltre la serranda 10 . Il ritrovo del gruppo''


SANDRO SERRADIFALCO .
EDITORE DELLA EA.EDIZIONI DI PALERMO ,CRITICO D'ARTE E SAGGISTA.
.
Istintive, realizzate con magistrale tecnica le opere di Brigida Puttini. Esse attraggono l'attenzione del fruitore, narrando la contemporaneità con un'eleganza dal sapore antico e indubbiamente graditissima.
--- Avanguardie Artistiche 2012


FEDERICO BELLINI
CRITICO D'ARTE / SCRITTORE /EDITORE DELLA RISVEGLIO EDIZIONI /MUSICISTA


Conosco Brigida Puttini da alcuni anni ,pochi per l'esattezza ma necessari per essermi fatto un quadro completo della sua personalità artistica .Il suo percorso creativo è chiaro,immediato,istintivo,di una semplicità a volte spiazzante,ma che racchiude dentro di se ben altre tematiche,complessità ad un primo sguardo ignote. Ogni suo quadro è una storia ,racconta di come la vita di ogni giorno ci conduca verso i nostri singoli destini ,la sua pittura ci insegna ad essere più attenti e coscienziosi,ad avere rispetto per ogni forma di vita.Le sue figure di bambini e adolescenti ,sono velati di una triste serenità ,spesso oscurata da momenti importanti dello sviluppo legato alla propria crescita fisica,intellettuale e spirituale,mentre il mondo degli adulti ,è descritto con distacco malinconico , fermando i soggetti in momenti delicati alla riflessione e al pensiero di una giovinezza perduta . C'è del rimpianto nei quadri di Brigida , ma pieno di fiducia e di speranza , che si ritrova nei chiaroscurali dal sapore barocco, che sembrano riportare in vita i fasti di un caravaggismo in chiave moderna.Il figurativo esplicito , oltrepassa l'esasperata ricerca di un astrattismo ritenuto moderno ad ogni costo ,riportando alla ribalta un concetto di fondo estremamente importante: in Arte contano le idee ,non i colpi di scena!.Per questo ogni suo quadro sembra la scena di un film , ma dove non esiste la ricerca spietata del successo.Le opere che dipinge sono timide , intrise di una tenerezza ,insita nella natura dell'artista.Evitano ,la mondanità,l'essere alla moda ad ogni costo ,ma diventano nel medesimo istante icone del nostro tempo , raccontandoci una umanità dai contorni definiti ,ma dall'animo incerto e misterioso .Nonostante la personalità di Brigida, sono consapevole che la sua pittura è destinata al successo , non tanto per la critica o le gallerie sempre alla ricerca costante di nuovi ed interessanti artisti, ma per il pubblico ,comunemente chiamato il fruitore.Nei suoi quadri ognuno di noi si riconosce , si immedesima ,ed immagina la propria vita.Sembra quasi di rivedersi allo specchio e di domandarsi :''chi sono veramente ? ''Sono questi gli interrogativi che i quadri di Brigida Puttini sanno sprigionare e sicuramente tra qualche secolo , sapranno suscitare le stesse forti sensazioni che ancora oggi ,a distanza di più di quattrocento anni ,sanno trasmettere ancora le opere del Caravaggio.
---- Pisa 2005


PAOLO LEVI
CRITICO D'ARTE GIORNALISTA ,SAGGISTA ,CURATORE D'ARTE .

Un piacevole figurativo scontornato e leggibile per far pensare ad un tormentato pomeriggio d'abbandono o semplicemente d'ordinario sconforto, in una solitudine ad un tempo malinconica ed inquieta . Con la seduzione di un disegno attento ,solare nei toni cromatici, Brigida Puttini delinea, sinteticamente,un giovane pensoso, quasi disperato ,nella sua vicenda triste. Ma la bicicletta , forse testimone dell'evento, sembra proprio lì accanto,pronta per essere ''inforcata'' come sfogo allo sconforto o per correre verso altre avventure o verso la vita ,nell'inseguimento spasmodico a gioie e dolori .Losservatore,pertanto, si avvicina ai dipinti della pittrice livornese senza timori e diffidenze ,il che crea le condizioni per una fruizione che passa ,progressivamente , all'apprezzamento delle piacevolezze cromatico-formali e delle divertenti invenzioni iconografiche ,ad una riflessione più meditativa,su ciò che di profondo ed enigmatico ,sommessamente ,l'autrice ci suggerisce.
-------
Testo critico dell'opera ''Un pomeriggio d'estate 2 - Volume Rassegna di Artisti e partecipanti al Premio Arte 2004 - Editoriale Giorgio Mondadori .


MARINA RUGGIERO
GIORNALISTA.
Brigida Puttini persegue l'intento di fermare le emozioni più autentiche fotografandole ed evitando che possano sfuggire ,cogliere l'autenticità è il compito che affida ai suoi lavori.
-------
Gazzetta del Mezzogiorno - Barletta 2006
Mostra "Trame"
_______
Dinamiche reali con cui l'artista racconta il proprio percorso.
Il racconto di una storia si realizza con scomposizioni appartenenti ad un unico istante ritratto dall'artista con l'unico fine di coglierlo e strappando all'implacabile trascorrere della realtà.
"Identita" mostra con ZERO-UNO Barletta
A cura di :
Marina Ruggiero /Giornalista
dottoressa. Anna Soricaro / curatore e critico d'Arte


LIVIO GARBUGLIA
CRITICO D'ARTE.

La raffinatezza determinata dell'opera pittorica,porta fino a effetti di notevole iperrealismo,fa di Brigida Puttini un'eccellente ritrattista. Il volto del suo personaggio esprime una memoria-gorgo,una tensione-coscienza-istinto , una fisicità immediata che fonda se stessa sotto il rigore e la riservata immobilità .
-------
Testo critico dell'opera della serie ''oltre la serranda n° 5 '' -- ricevuto 1° premio in occasione della notte bianca . Galleria L'Angelo Azzurro -- Votata dai critici e dal pubblico. Roma 2006.


FRANCESCA MAZZARELLi
CRITICO D'ARTE.
Un ricordo celato e custodito nelle fibre delle sue tele.Quattro lavori in sequenza fotografano la realtà e narrano scene di vita quotidiana , come in un film . Il mondo delineato è quello di un'infanzia , il momento scelto è quello di una passeggiata , serena ,piacevole.Ricordi rapidi alla memoria e sottolineati da una sapiente scelta cromatica che nei contrasti del fondo scuro attribuiscono un'aria trasognata , rapita alla memoria.
---- testo critico dell'opera ''un giorno indimenticabile '' --- Mostra ''Trame '' con ZERO-UNO 2005


CHIARA DI CESARE
CRITICO D'ARTE

Nel corso della sua formazione pittorica si perfeziona nelle tecniche del disegno e della pittura acrilica,sviluppando uno stile autonomo ed originale,in cui rigore e sicurezza grafica,predominano nella composizione con tratti veloci e decisi,Il tessuto cromatico, dai colori scuri contrastati dai bianchi accesi,conferisce drammaticità ai dipinti,presentati in un universo silenzioso ed evanescente,in cui l'interiorità e le emozioni vivono di schiettezza e semplicità.Nel presentarci i suoi personaggi ,giovani,vecchi e bambini,Brigida si affida ad una pittura espressiva, priva di decorazioni o abbellimenti,ma altamente comunicativa e simbolica ,con chiari riferimenti semantici e in cui l'uomo diviene l'unico vero protagonista della rappresentazione. L'intimità dei personaggi viene riportata sulla tela con grande abilità e padronanza tecnica , rappresentata come un fermo immagine che coglie l'attimo dell'emozione nella sua autenticità ed irripetibilità ,come spiega la stessa artista ''...fotografare la realtà,coglierla nella sua più quotidiana espressione e rappresentarla è il lavoro che persegue l'artista .Una pittura fotografica concentrata a cogliere i particolari di uno scorrere quotidiano , alla continua ricerca degli attimi e dei frammenti che segnano la vita dell'essere umano.''
-----
Volume Artisti Toscani nel XXI secolo di Rotini Arte Contemporanea.


GIOVANNA GALLI
CRITICO D'ARTE

Brigida Puttini,con un approccio figurativo ricercato sia dal punto di vista delle cromie che dell'impaginazione compositiva ,si sofferma su un'analisi sottile di delicati temi sociali e sentimentali.
--- Catalogo Profondo Rosa 2007 - Editoriale Giorgio Mondadori


DINO MARASA'
CRITICO D'ARTE.

La grande abilità segnica e cromatica di Brigida Puttini svela il suo grande talento figurativo.L'artista descrive la realtà contemporanea con la fedeltà propria dei grandi del passato,dimostrando di averne assimilato i dettami e di averne sviluppato una sua propria sintassi.Brigida Puttini rivela allo spettatore se stessa e la sua interiorità ,quindi,nell'attimo in qui esse entrano a contatto con il mondo e le trasferisce sulla tela curandosi profondamente dei dettami e dei particolari di ogni suo protagonista .La sensibilità della pittrice rivela poi un mondo fatto di emozioni sincere,svelate e suggerite dalle gradazioni degli stessi cromatismi,che conferiscono vitalità e dinamismo all'opera ponendola in uno stato privo di imitazioni temporali e spaziali e facendola testimone della nostra contemporaneità che viene così rielaborata,esaltata ed elevata.E soprattutto le fa iniziare il processo che in futuro testimonierà il nostro presente,e si chiamerà storia.
--- Avanguardie Artistiche 2011


M. MALI'
CRITICO D'ARTE.

Nelle opere pittoriche dell'artista Brigida Puttini si trovano una forte solidarietà ed un profondo rispetto per l'umanità: ella crea visioni di vita ,ricordi molto coinvolgenti dove la costante dialettica fa sempre da protagonista.S'incontrano nel suo iter pittorico diversi personaggi ,che animati da significatività godono di un'intensa comunicatività,vi è infatti un susseguirsi rivelante di emozioni, di spontaneità e di sentimenti profondi che prendono meravigliosamente il sopravvento impreziosendo l'opera di una forte carica emotiva.Appare evidente come l'attenzione da parte dell'artista sia sempre rivolta alla figura umana e alle problematiche sociali profondamente vissute: ella osserva ,sente e descrive una realtà pervasa da una molteplicità di atmosfere che penetrano nell'animo. è' un'arte pregna di valori e sensibilità in cui si riflette uno straordinario lessico, l'intensità dei sentimenti trabocca ricorrente nell'opera della Brigida Puttini ,con sensazioni libere da ogni schema .Ella con estrema abilità e impegnata analisi coglie dai suoi personaggi gioie, sofferenze e solitudini che ci fanno riflettere e ci arricchiscono notevolmente,Gestualità rigorosa ,sicura grafia e tessuto cromatico mettono in risalto un'autenticità descrittiva assolutamente personale,Dinnanzi alle opere intitolate ''pensieri malinconici '',''Incomprensioni'' e'' i ricordi di un padre '' c'è aria di poesia animata sempre da un costante messaggio intimistico:leggere negli animi ,è questo quello che caratterizza la pittura della Puttini,rappresentare un'emozione quindi,con grande sensibilità e personalità ,all'insegna di un'arte sempre alimentata da verità.Modalità tecnica,strutturalità segnica e raffinatezza chiaroscurale s'inseriscono magistralmente in uno stile del tutto autonomo e originale.Sono immagini ricche d'interiorità e dialettica che vivono di una dominante meditativa ben palpabile dal fruitore . Limpiego dell'acrilico su tela condotto con valida maestria e padronanza dei mezzi le permette di ottenere risultati visibili di grande importanza :lo sfondo scuro ,a volte eseguito con gesso o con un fondo materico di sabbia ,regala all'opera un'equilibrata armonia strutturale :effetti evanescenti molto suggestivi ,sequenze tonali e tratto morbido e delicato evidenziano così una pittura altamente espressiva.
--- Torino 2005


COMITATO CRITICO PER LA RASSEGNA ''ORAZIO GENTILESCHI '' DI PISA , COMPOSTO DA : MIMMO CORRADO (professore educazione artistica e pittore) --- ELISABETTA CAPORALI(critico d'arte)--- MARCO DEI FERRARI (scrittore,poeta e critico d'arte ) --- BRUNO MAGONI (pittore) -- SG.RA MANDY (artista pittrice) --- PIER LUIGI BELLINI (pittore) --- CON LA COLLABORAZIONE DI BRUNO POLLACCI (professore dell'accademia d'arte di Pisa e pittore)
In Brigida Puttini il tempo impresso sulla tela sembra fermarsi nei meandri oscuri dei sottofondi della storia che essa crea ,sotto i colpi tenui e delicati dei suoi colori.Il tutto sembra comporsi strada facendo , attraverso una particolare ed attenta ricerca estetica,mirata ad una restaurazione in chiave moderna della figura umana.Nelle sue opere si riscontra un attenta ricerca linguistica ,una propria strada del tutto personale ,che rivive della lezione dei grandi maestri del novecento storico,attraverso l'uso del tutto particolare e personale del colore,di un verismo oltre la verità tangibile,che quasi sembra abbracciarsi con la fotografia ,ma che diventa creazione umana ed artistica
,dal momento in cui lei stessa imprime la sua necessità di inviare un messaggio .Il fondo scuro e buio è la base sulla quale si delineano i suoi personaggi ,dal nero divoratore di ogni colore emerge un fisico spesse volte giovanile dalla quale essa esprime la sua necessità di comunicare.Un artista dai tratti forti e subito riconoscibili ,dal carattere deciso e allo stesso tempo delicato, in un gioco eterno di luci ed ombre ,e con una padronanza tecnica ed artistica notevole , che saprà ancora regalarci opere di altissimo livello contemporaneo.
----
Brigida Puttini vincitrice della rassegna ''Orazio Gentileschi '' Pisa 2003